La “ bretella” negata ...

 

Che tristezza...contare i partecipanti in corteo, alludere a chissà quali interessi celati, legando la 

Lioni-Grottaminarda un’opera esclusivamente al territorio di appartenenza e guarda caso soggetto a “ elezioni” .

Il destino delle opere pubbliche legato non al territorio ma alla ricerca spasmodica di protagonismo e voti, è la connotazione della inadeguatezza di un governo che oramai è solo imbarazzante, per approssimazione e ininterrotta teatralità.

Sapienti Deputati improvvisati “Stutturisti” Economisti o Gestionali si affacciano sulle sponde dell’Ufita alla ricerca del colpevole di una situazione per cui basterebbe guardarsi allo specchio per scoprirne i ” connotati”.

I fatti stanno nel volto di centinaia di migliaia di persone a Roma, il 9 febbraio scorso, uguali a quelle di centinaia di persone a Grottaminarda venerdì 1 marzo, che non bisogna contare ma riscontrate con Fatti e non con altra propaganda .....che non sembra avere più l’effetto a cui invece miseramente ci si vuole aggrappare.

I lavori li avete interrotti Voi, gli stipendi non ci sono per vostra esclusiva responsabilità e i Lavoratori vogliono lo stipendio non la solidarietà, se volete, sapete e potete modificare l’opera fatelo nel rispetto dei tempi, dei Territori e dei Cittadini il resto: interessi, bretelle e cinture sono chiacchiere che vi lasciamo e lasciamo a chi vi ascolta, noi abbiamo di meglio da fare nell’interesse dei cittadini irpini.

 

Avellino, 3 marzo 2019

 

 

UIL Avellino-Benevento                                           CISL IrpiniaSannio

Segretario Generale                                                 Segretario Generale

Luigi Simeone                                                           Mario Melchionna