Descrizione immagine

30.03.2016



Si è svolta a Flumeni (AV) il giorno 29 marzo c.a. un’Assemblea della FIM-CISL IrpiniaSannio con i propri iscritti della Industria Italiana Autobus (ex IRISBUS) per una valutazione dell’incontro tenutosi lo scorso  24 marzo a Roma presso il Mi.S.E.

  

    L’Assemblea ha visto una larga partecipazione con la presenza del Reggente provinciale della FIM Vittorio GUIDA e dei due rappresentanti sindacali aziendali Gennaro IANNICIELLO,  Michele PAGNILLO e Vincenzo SOLOMITA.

   

    E’ stato illustrato ai lavoratori l’esito dell’incontro al Mi.S.E. al quale hanno partecipato il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio prof. DE VINCENTI, gli Assessori della Regione Campania LEPORE e PALMERI, il Sindaco di Flumeni, oltre all’Amministratore Delegato dell’Azienda Stefano DEL ROSSO.

   

   Il giudizio della FIM, condiviso largamente dai lavoratori iscritti, è positivo in quanto si sono finalmente  gettate le basi per il rilancio del sito di Flumeni.

   

    L’Azienda ha superato il vincolo dell’aumento di capitale sociale imposto da Invitalia per concedere i finanziamenti pubblici di 25 milioni di euro: infatti il Consiglio di Amministrazione della I.I.A., e quindi anche Finmeccanica, ha deliberato l’aumento di capitale da 5 a 11 milioni e per il prossimo 7 aprile Invitalia ha convocato il proprio C.d.A. per le deliberazioni conseguenti.

   

    Questi sviluppi positivi, dovuti all’impegno dei lavoratori e del sindacato e per i quali la FIM e la CISL si sono fortemente spesi, impone ora all’Azienda una riformulazione ed attualizzazione del Piano industriale, mettendo in campo gli investimenti e le iniziative necessarie per ristrutturare il sito, dare inizio alle attività industriali e conseguire l’obiettivo del riassorbimento di tutti i lavoratori attualmente in CIG.

   

    Il percorso indicato dal Sottosegretario DE VINCENTI, al quale l’Azienda ha aderito, prevede incontri locali  nelle sedi di Bologna e di Avellino per un primo approfondimento sulle riformulazioni del Piano e poi un incontro al Mi.S.E. nella prima decade di maggio per fare il punto complessivo della situazione anche a seguito delle deliberazioni di Invitalia.

  

     La FIM e la CISL ha apprezzato la presenza e l’impegno della Regione Campania, la quale a sua volta si è detta disponibile a supportare gli sforzi dell’Azienda, sia sul versante delle politiche attive del lavoro, sia sul piano delle commesse:  su questo c’è il massimo impegno della FIM e della CISL a verificare l’esito dell’azione della Regione.

   

    Restano aperte questioni, che andranno verificate nei prossimi incontri programmati e sulle quali occorrerà esercitare la massima attenzione, come la questione del “revamping”, l’alleanza con un’azienda turca operante nel settore, ed altre.

  

     Infine, per quanto riguarda i crediti lamentati dall’Azienda nei confronti delle pubbliche amministrazioni a fronte di forniture di autobus, che ammontano a circa 14 milioni di euro, nell’incontro del 24 marzo le Organizzazioni sindacali hanno sollecitato il Governo ad assumere iniziative in merito.

 

    Il Sottosegretario DE VINCENTI ha quindi comunicato che il ministro dei Trasporti, on DEL RIO sta approntando la realizzazione di una società pubblica finanziata dallo Stato allo scopo di anticipare alle aziende del settore trasportistico i crediti  da esse vantate nei confronti di Enti pubblici.

  

    La FIM e la CISL, unitamente ai lavoratori iscritti e alle RSA giudicano positivamente la fase avviata, mettendo in campo la vigilanza necessaria affinchè le iniziative vadano in porto per garantire nel più breve tempo possibile lo sviluppo del sito e il riassorbimento di tutti i lavoratori.

   

   Avellino, 30/03/2016            

                                                                                      La FIM-CISL IrpiniaSannio