Descrizione immagine

25.09.2015: La Conferenza Programmatica Organizzativa rappresenta per la Cisl un momento fondamentale, di scelte decisive per riformare il proprio modello organizzativo in coerenza con la politica garantista della Cisl, basata sulla certezza delle regole e delle sanzioni e sul principio della trasparenza.  Un nuovo modello sindacale che pone al centro il socio, il luogo di lavoro e il territorio.

La CISL IrpiniaSannio rilancia con forza una forte strategia per la crescita e il lavoro per superare le conseguenze negative della crisi economica che ancora gravano sull’occupazione, su lavoratori e pensionati e sulle prospettive del Paese. Per una compiuta strategia per lo sviluppo e il lavoro è necessario affrontare ora con decisione e con assunzioni di responsabilità da parte del Governo e della Regione Campania le questioni ancora aperte.

Tutte le vittorie targate Cisl ne fanno una Organizzazione di tutto rispetto…unica da sempre per il suo modo di condividere democraticamente all’interno e all’esterno le proprie idee e i propri principi.

12.06.2015: La Cisl Incontra la Polica: questo il titolo del convegno che si è tenuto lo scorso 12 Giugno 2015 presso il Circolo della Stampa di Avellino, che ha visto protagonisti il Segretario Generale della Cisl IrpiniaSannio, Mario Melchionna e i neoeletti consiglieri regionali: Rosetta D’Amelio, Carlo Iannace, Maurizio Petracca e Vincenzo Alaia. Terminata la campagna elettorale, la CISL IrpiniaSannio ha chiesto alla politica di riprendere la discussione sui temi e sui contenuti concreti che interessano le persone, le famiglie, le lavoratrici, i lavoratori, i pensionati delle aree interne della Campania. Come già realizzato ad Avellino con i 4 Consiglieri irpini eletti, la CISL IrpiniaSannio ha incontrato il neo Consigliere sannita eletto in provincia di Benevento Erasmo Mortaruolo lo scorso 16 Giugno 2015 nella Sala della Provincia di Benevento, al quale la Cisl ha chiesto un impegno forte sul tema dello sviluppo e del rilancio nel Sannio. La Cisl ha già fissato degli obiettivi e delle priorità racchiuse nel ‘Manifesto Cisl’, sottoposto per l’occasione ai quattro consiglieri irpini e al consigliere sannita. Ad oggi non resta che confrontarsi e guardare ai risultati. 

Cisl IrpiniaSannio: Raccolta Foto Campagna Firma per un Fisco più Equo e Giusto 

19 Maggio 2015: Dossier a cura dell’Osservatorio su occupazione, disoccupazione e cassa integrazione, attraverso il monitoraggio e i  relativi dati aggiornati ad Aprile 2015.

La disoccupazione in Irpinia raggiunge il 19%,58% se si considera quella giovanile. Un segnale positivo viene dell’aumento del numero dei contratti a tempo indeterminato ma anche in questo caso il dato va interpretato si tratta cioè di persone che già avevano un rapporto di lavoro precario o a tempo determinato, che è stato trasformato. Intanto al centro per l’Impiego di Avellino ci sono 84mila posizioni aperte.

Sulla base di questi dati la Cisl presenta il Documento Politico e le proposte ai candidati in occasione delle elezioni regionali 2015. La Cisl fa appello alla “buona politica”: difesa del diritto al lavoro, salute, assistenza, istruzione e interessi del cittadino sono alla base dei  5 punti su cui i candidati devono garantire il loro impegno

 



07.04.2015- Per un fisco più equo e giusto -Presentata la nuova campagna di sensibilizzazione promossa dalla Cisl Nazionale in tutto il Paese a favore di ‘un Fisco più equo e giusto’, attraverso un progetto di legge di iniziativa popolare. La Cisl ritiene che i tempi della politica non siano compatibili con l’aumento dei disoccupati, dei giovani esclusi dal lavoro, dei nuovi poveri. Dopo sette anni di crisi c’è bisogno di risposte certe, immediate e concrete. Se non riparte un vigoroso ciclo di crescita la lacerazione sociale, ormai giunta al livello di guardia, può far crescere il conflitto sociale e la crisi della stessa democrazia. Per queste ragioni la Cisl ha ritenuto necessario offrire il proprio contributo al rafforzamento dei redditi dei lavoratori, dei pensionati, dei consumi e alla ripresa della crescita, presentando un progetto di legge di iniziativa popolare che spinga il Governo ad adottare una riforma del sistema fiscale per cambiare il Paese. La Cisl IrpiniaSannio si pone come obiettivo 50.000 firme che verranno raccolte in tutte le sedi sindacali e nelle principali piazze.




25.03.2015 -Presso il CFS di Atripalda, si è svolto il Seminario formativo organizzato dalla Cisl IrpiniaSannio su Lavoro e Previdenza: ‘Jobs Act e decreti attuativi’ rivolto a tutti i dirigenti e a tutte le categorie della Cisl. Il Jobs Act è la legge che delega il governo Renzi ad apportare delle riforme nel mondo del lavoro attraverso dei decreti attuativi.Le riforme coinvolgono temi come lavorowelfarepensioni e ammortizzatori sociali. Con il Jobs Act, infatti, sono previste novità nei contratti, cambiamenti nelle modalità di gestione di alcune tipologie di licenziamenti, riforma degli ammortizzatori sociali, e semplificazione dell'applicazione dei contratti di solidarietà.Il Segretario Generale della Cisl IrpiniaSannio Mario Melchionna sottolinea l’ importanza della reintroduzione del contratto a tempo indeterminato

Durante il seminario si sono succeduti gli interventi del, dell’Avv. Giangiuseppe Matarazzo dell’Università ‘G. Fortunato’ di Benevento, del Vicepresidente nazionale dell’Inas Cisl, Paolo Mezzio, della Resp. Relazioni. Industriali e MDL Confindustria Avellino Dott.ssa Rosanna D’Archi. Il Segretario Generale Cisl Campania Lina Lucci ribadisce il ruolo fondamentale dei servizi per l’impiego

La Cisl IrpiniaSannio discute dei risultati positivi ottenuti dalla recente campagna elettorale, in occasione della RSU del Pubblico Impiego, Scuola, Università e Sanità. Sono state inoltre affrontate e analizzate le difficoltà e le problematiche che le rispettive Categorie affrontano quotidianamente in Irpinia e nel Sannio e presentano il nuovo programma delle attività per l’anno 2015.

Saranno presenti il Segretario Generale Cisl IrpiniaSannio Mario Melchionna.

 il Segretario Generale Cisl Scuola IrpiniaSannio Elio Barbarisi che sostiene invece l’importanza di trovare una unità tra i sindacati e

Doriana Buonavita, Segretario Generale della Cisl Funzione Pubblica IrpiniaSannio denuncia la difficile situazione del Moscati.

 

Venerdì 27 febbraio, presso l’Auditorium “Al Cilindro Nero” di San Giorgio del Sannio, si è discusso dell’azione politico-sindacale da realizzare nei prossimi giorni sull’intero territorio Sannita ed Irpino.

La CISL ha deciso di intervenire direttamente a sostegno dei redditi, dei consumi e della domanda aggregata attraverso un progetto di Legge delega, di iniziativa popolare, di riforma del sistema fiscale italiano.

Nello specifico

-BONUS 1000 EURO

-NUOVO ASSEGNO FAMILIARE

-FISCALITÀ LOCALE AL SERVIZIO DEL CITTADINO

-UN’IMPOSTA SULLA GRANDE RICCHEZZA NETTA

-RIDURRE L’EVASIONE FISCALE

la Cisl IrpiniaSannio raccoglierà le firme dei cittadini per dare forza all’iniziativa di spinta verso il Governo ad un cambio di rotta su un problema importantissimo della nostra nazione

È in gioco il futuro del Nostro Paese, contrariamente il futuro delle giovani generazioni, la coesione sociale e la stessa tenuta della democrazia arriverebbero al punto di rottura.

 

3 Dicembre 2014

Manifestazioni a Napoli

... leggi

1.12.2014- Osservatorio Cisl IrpiniaSannio


Jobs day : manifestazione firmata cisl svoltasi in 100 piazze italiane il 18 ottobre 2014.

 La Cisl ancora una volta  incontra la cittadinanza, coinvolgendo istituzioni politiche e religiose, allo scopo di illustrare le proprie proposte per uscire dalla Crisi.

La Cisl chiede scelte concrete per la crescita economica e lo sviluppo del nostro Paese, per aumentare l’occupazione, ridurre la precarietà e ampliare le tutele

Tra gli argomenti affrontati nella relazione del segretario generale Cisl IrpiniaSannio Mario Melchionna anche i nuovi tagli ai patronati

Al dibattito ha preso parte il segretario regionale Cisl Campania Rosalba Visone che sottolinea l’importanza del ruolo strategico che assume oggi l’organizzazione sindacale e i suoi servizi sul territorio, un ruolo di importante mediazione tra il cittadino e gli istituti previdenziali

Il dossier sull’occupazione, a cura dell’Osservatorio Ust Cisl IrpiniaSannio, con i dati relativi a giugno 2014 mette in evidenza il numero di disoccupati ancora in aumento; sono, infatti, circa 700mila quelli tra i 15 e i 24 anni.
La cassa integrazione, nell’ultimo mese, si è ridotta del 50% in quanto le aziende non hanno più la possibilità di richiederla a causa dell’incertezza del Governo che non emana i decreti attuativi e quindi mette a serio rischio la sopravvivenza di tantissime aziende in Irpinia.
Mario Melchionna commenta lo sconcertante numero di suicidi: sono 25 dall’inizio dell’anno mentre i tentati suicidi sono stati 9.
Infine il segretario ha posto l’attenzione anche sulle ultime vicende relative al Patto per lo Sviluppo che si aggiornerà il prossimo 4 agosto per una riunione tra sindaci, mentre il giorno seguente saranno presenti Martusciello e Foglia.

Parte con grande interesse da parte dei cittadini, la campagna in tema di sanità promossa dalla Cisl e denominata “Sanità così non va – Denuncia con noi”. Numerosi gazebo sono stati istituiti presso le strutture sanitarie di Avellino, Ariano Irpino, Bisaccia, S. Angelo dei Lombardi e Solofra, al fine di raccogliere denunce e segnalazioni.
La Cisl denuncia le inefficienze del servizio sanitario campano, i tagli ai servizi essenziali a svantaggio dei cittadini, in particolare le fasce deboli come pensionati e non autosufficienti, lo sblocco del turn over, maggiori tutele per i lavoratori soggetti a turni massacranti nei plessi ospedalieri che dovrebbero garantire in primis servizi efficienti, una adeguata assistenza, costi inferiori per le prestazioni sanitarie.
La Cisl chiede il rispetto del diritto alla salute e del diritto al lavoro.

Manifestazione Unitaria 1 Maggio

Il carattere aperto, puntuale, di prospettiva degli interventi sul tema della Rappresentanza e Rappresentatività sui luoghi di lavoro e della Contrattazione di 2° livello impegna l’intero gruppo dirigente dell’Organizzazione alla realizzazione di un modello rinnovato e moderno di relazioni sindacali nel territorio irpino-sannita.
Attraverso l’azione delle RSU, RSA e delle dirigenze della UST e delle FST, le lavoratrici, i lavoratori, i pensionati, i giovani, gli immigrati della CISL IrpiniaSannio conteranno di più nel confronto con le Istituzioni e con le controparti datoriali private e pubbliche a tutti i livelli, rafforzando il potere contrattuale della Cisl sul territorio e sui luoghi di lavoro.
La rappresentanza e la rappresentatività della Cisl IrpiniaSannio e delle sue strutture categoriali saranno il vero “valore aggiunto” per quanti credono nei principi ispiratori e nelle  idee-forza della Cisl, e nella volontà di far essere protagonisti le lavoratrici, i lavoratori ed i pensionati.

Lo stabilimento di Isochimica è ubicato a Borgo Ferrovia (AV).    L’azienda, fondata nel 1982, è fallita nel 1990 e gli operai fino al   1985 lavoravano a mani nude, coperti solo da una mascherina di carta.   Molti di loro non hanno sentito nulla -o quasi- per tanto tempo, visto   che le patologie da asbesto-correlate godono di un periodo di latenza   anche di 40 anni. Si occupavano della scoibentazione dei vagoni e   carrozze ferroviarie delle Ferrovie dello Stato per liberarle   dall’amianto. Il tribunale della città campana ha decretato il sequestro   dell’area appartenente all’azienda di Elio Graziano, fallita nel 1990,   nella quale sono depositati 469 blocchi di cemento amianto per un totale   di quasi 3000 tonnellate di scorie le cui polveri hanno ucciso negli   anni quindici operai. Le ipotesi di reato vanno dal disastro ambientale   colposo alla cooperazione colposa in disastro ambientale. Il nucleo   della forestale di Avellino ha provveduto al sequestro perché le ultime   verifiche avevano dimostrato come le condizioni i 469 cubi di   cemento-amianto friabile, per un totale di 2767 tonnellate di materiale,   erano così gravi da dover richiedere un intervento immediato.

L’AMTS, azienda di trasporti della città di Benevento,   ha visto diminuito il budget di gestione dei servizi nella misura di 1   milione di euro da parte del socio unico Comune di Benevento, il che ha   provocato una serie infinita di disagi all’ utenza, ai lavoratori ed   alla cittadinanza tutta.
Infatti, essendo l’azienda interamente in house, e vivendo di proventi   regionali relativi ai servizi minimi, dell’incasso dei tickets di   viaggio, dei proventi degli stalli blu, nonché dei parcheggi coperti,   tali coperture economiche non permetterebbero l’espletamento del   completo servizio di TPL nella città capoluogo.
La Fit Cisl IrpiniaSannio ha con forza fatto sentire la   proprie ragioni all’interno della vertenza trasporti locali, ottenendo   risultati imprevisti e di successo, dimostrando che le capacità   politico-sindacali dei nostri dirigenti, hanno fatto scuola in tutta   Italia evidenziando come il concordato in continuità, poteva essere   eseguito anche in un’azienda di trasporti in house